Diamoci un taglio! Anzi un doppio taglio

Continuano i corsi d’istruzione professionale a San Josè per i nostri ragazzi all’interno del progetto. In quelle ore di “clase de peluqueria” apprendono tecniche come il doppio taglio, che piace molto per la presenza di due lunghezze diverse dei capelli, lati molto corti o rasati e nella parte superiore più lunghi, ma soprattutto si pensano nella possibilità di svolgere quel mestiere e riflettono sull’importanza del prendersi cura dell’aspetto e dell’igiene personale.

L’Istituto San José accoglie bambini, adolescenti e giovani fino ai 25 anni, in modalità residenziale con programmi e modelli di cura appropriati alle diverse fasce d’età. Il gruppo degli adolescenti è un gruppo intermedio con problematiche specifiche legate alla storia di vita segnata spesso da emarginazione, abbandono, consumo di sostanze psicoattive, ritardi nell’ambiente scolastico, minacce, maltrattamenti e violenze familiari e/o comunitarie, che hanno creato modelli di vita fortemente emarginanti.

La casa d’accoglienza prevista nelle azioni di progetto vuol incoraggiare lo sviluppo di ambienti educativi a misura di ragazzo per sostenere i processi di apprendimento e di autonomia. Si rivolge proprio ai ragazzi tra i 14 e i 18 anni per dare loro uno spazio, una casa in cui sviluppare, grazie ad un adeguato accompagnamento, le competenze necessarie ad una vita indipendente. Attraverso un processo di rafforzamento personale e socio-familiare viene proposto un modo di vivere partecipativo, inclusivo e autosufficiente.

L’articolo del diario del prossimo mese di maggio lo dedicheremo interamente a parlare della particolarità di questo progetto pilota “Casa de acogida”.  Progetto finanziato e autorizzato dalla Commissione Adozioni Internazionali con delibera n°37/2023/SG del 27 Febbraio 2023. Partner di progetto: La Maloca, AVSI, Fondazione Monserrate, Nova, AFN, AMI, CIAI, Istituto La Casa, SRAI, Sjamo, Institucion San Josè.

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.