Tutti al lavoro

Le attività di “Una mano per la vita. Nuovi percorsi di protezione, autonomia e salute” in Colombia sono iniziate con grande entusiasmo e voglia di fare bene.

Allo stesso modo i partner in Italia hanno svolto la riunione di avvio progetto, azione prevista per condividere le comunicazioni e coordinare le attività in stretta collaborazione tra gli Enti Autorizzati e gli altri soggetti coinvolti, per un attento monitoraggio.

Le autorità locali sono parte integrante della buona riuscita del progetto e un aggiornamento attento sarà utile anche ad analizzare eventuali proposte di adattamento se necessarie, per questo sono previsti incontri trimestrali coi partner che si occupano delle diverse aree d’intervento.

Il progetto è focalizzato a promuovere il benessere dei minori in stato di vulnerabilità, agendo sui tre ambiti, educazione, salute e child protection,  con la proposta di forme di accoglienza e cura alternative per promuovere un intervento individualizzato che miri ad un benessere fisico e psicologico del bambino-bambina a lungo termine.

In Italia è iniziata la raccolta dati per esaminare l’aspetto sanitario inviando un questionario alle famiglie in cui tra il 2012 e il 2023 sono arrivate le bambine e i bambini dalla Colombia. Una delle azioni di progetto infatti è anche la raccolta dati perché siano elaborati e condivisi anche in funzione delle attività che si metteranno in atto.

In Colombia sono coinvolti istituti di accoglienza, famiglie e comunità, coordinati e monitorati dallo staff progetto con l’obiettivo di lavorare tutti per incoraggiare cambiamenti positivi nei comportamenti a tutela dei minori.

I partner di progetto: La Maloca, AVSI, Fondazione Monserrate, Nova, AFN, AMI, CIAI, Istituto La Casa, SRAI, Sjamo, Institucion San Josè (progetto finanziato e autorizzato dalla Commissione Adozioni Internazionali con delibera n°37/2023/SG del 27 Febbraio 2023)

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.